Porta-candela Leonardo Da Vinci, L'uomo vitruviano, con candela

Porta-candela Leonardo DA VINCI
"L'uomo vitruviano"



Porta-candela in porcellana
Dorature all'oro
Ø : 15 cm
Consegnato con una candela
nella sua molto bella scatola di presentazione in ferro con dorature
Siamo sperimentati nell'invio di articoli fragili per tutto il mundo
Invio molto sicuro per una consegna in perfetto stato




Disponibilità :
in scorta

29.90 €
Quantità:



Porta-candela Leonardo Da Vinci, L'uomo vitruviano, con candela Scatola di presentazione Art Light Goebel Leonardo Da Vinci, L'uomo vitruviano Porta-candela in porcellana Leonardo Da Vinci, L'uomo vitruviano

Scoprite tutti i nostri prodotti Leonardo Da Vinci




Leonardo DA VINCI (1452-1519 Italia)

Supplemento di notizie culturali ed artistiche sul pittore

* * *

Principali opere :

"La Gioconda", "L'uomo vitruviano", "L'ultima cena", "Studio di un cavallo", "Annunciazione", "Dama con l'ermellino".

Movimenti artistici :

Rinascimento trionfante.

Ispirazione, influenza :

Suo Maestro, Andrea del Verrocchio che era pittore e scultore. Leonardo apprese il mestiere con questo artista che era uno dei preferito di Laurent de Médicis. Quando Andrea del Verrocchio comprese che Leonardo gli era superiore, smise la pittura per dedicarsi alla scultura.

I suoi contemporanei :

Botticelli, Il Perugin per ciò che è dei pittori. Il famiglia Medicis che farà parte dei suoi mecenati, prima che si succedersi, in questo ruolo, Sforza, Il Duca di Milano e fino a Francesco Ier che lo riporterà in Francia dopo Marignan, con nei loro bagagli, "La Gioconda" !

Da fissare :

Formato da Verrocchio, Leonardo è pittore, scultore, orafo, fabbro, fonditore,.... Architetto, ingegnere, che ha una conoscenza del corpo umano che supera quella dei medici di allora, Leonardo è l'uomo universale di questo Rinascimento dove, per l'ultima volta, un uomo può riunire tutto lo scibile conosciuto dell'epoca.

Per andare oltre :

È Francesco Ier, ammirativo ed anche pieno di tenerezza per il padrone italiano che lo riporta in Francia ed offrigli il Castello del Clos Lucé dove sarà "libero di sognare, di pensare e di lavorare". Leonardo ispiro allora la moda, il pensiero ed anche la filosofia francese.